4° tappa Trofeo Arcobaleno

 In Gare & Eventi

Trionfi per i colori verde-giallo…non fosse stato per le scarpe di Selhadin!

Ieri pomeriggio in quel di Narni i colori verde-giallo dell’ARCS hanno brillato di luce propria sui gradini del podio della quarta tappa del Trofeo Arcobaleno. Principalmente nelle gare di mezzofondo, sia per le categorie esordienti che a livello ragazzi, di ottimo livello sono state le prestazioni conseguite dai nostri atleti, sia a livello femminile che a livello maschile. Riportiamo di seguito i piazzamenti sul gradino più alto del podio:

  • Elio Agnissan, primo nei 300 metri piani categoria B maschile;
  • Francesco Patumi, primo nei 600 metri piani esordienti A maschile;
  • Selhadin Bellezza, primo nei 1000 metri piani categoria Ragazzi;
  • Linda Giorgi, prima nei 1000 metri piani categoria Ragazze.

Inoltre, nel salto in alto, categoria Esordienti B femminile, Eleonora Cardinali si è laureata Campionessa Regionale della categoria, mentre Francesco Patumi si è classificato al primo posto nel lancio del Vortex categoria Esordienti A Maschile, con la ragguardevolissima misura di 44 metri e 62 centimetri.

Da menzionare comunque anche l’apporto di molti altri giovani atleti nell’innalzare il livello qualitativo delle prestazioni del nostro team, sia nei lanci che nei salti:

  • Riccardo Lucaroni, terzo nei 300 metri piani categoria B maschile
  • Rachele Crocilli, quarta nei 300 metri piani categoria B femminile;
  • Emma Cavalieri, seconda nei 600 metri Esordienti A Femminile
  • Gabriele Patumi, secondo nel Salto in alto Esordienti B Maschile;
  • Arianna Crocilli, terza nel Vortex Esordienti A Femminile;
  • Elio Agnisan, secondo nel Salto in lungo Esordienti B maschile;

Al di là di tutto ci preme però menzionare, in chiusura, la curiosa calzata utilizzata da uno dei nostri atleti di punta nella gara dei 1000 metri piani categoria ragazzi. Come si può vedere dalla foto, Selhadin Bellezza, dimenticando a casa le più consone e performanti scarpe da running, si è infatti presentato alla partenza della gara con ai piedi un più semplice (anche se di tendenza) paio di converse. E non solo ha corso la distanza col solito stile impeccabile, ma è riuscito anche ad imporsi, in maniera quasi epica, anche sul tartan, chiudendo l’impegnativa distanza con l’ottimo tempo di 3’03”.

Auguriamo a Selhadin una pronta guarigione dall’inevitabile mal di piedi!!

L. Crocilli

Per visualizzare tutti i risultati clicca qui.

Recent Posts